0
0
Subtotal: 0,00
Nessun prodotto nel carrello.
Disoccupazione e offerta di lavoro: le due facce della medaglia

Disoccupazione e offerta di lavoro: le due facce della medaglia

Alcune professioni più rare da trovare oggi sul mercato del lavoro in Italia sono ad esempio quelle di: tecnici elettronici, ingegneri, agenti immobiliari e assicurativi.

Le figure professionali difficili da trovare

Le figure più difficili da reperire sono in grande crescita rispetto ai dati degli anni precedenti, una realtà su quattro segnala problemi nel trovare persone qualificate idonee ai profili dei quali se ne è alla ricerca. Spesso non è l’offerta di lavoro ad essere carente, nonostante ciò il tasso di disoccupazione rimane alto. In particolare molte criticità si rilevano nelle regioni italiane del nord-est; anche al sud Italia la disoccupazione rimane comunque notevole. Le professioni specialistiche con un alto livello di qualifica, sono maggiormente difficili da trovare, diverso è di solito per quelle figure professionali con una qualificazione di medio livello. In generale molte aziende indicano che la difficoltà di reperire candidati possa essere motivata più dalla bassa adeguatezza delle figure che fanno domanda come canditati. A volte può capitare che la mancanza di personale ci sia perchè è presente una mancanza di circolo dell’informazione giusta.

Produzione in calo in molti settori

Va sottolineato quanto la carenza di lavoratori sta anche diminuendo la produzione in numerosi settori. Oggi si registra una notevole diminuzione di artigiani ed esperti nel settore manifatturiero; ciò comporta a catena un peggioramento globale della qualità di molti prodotti. I pochi specializzati nei settori manuali tendono a mettersi in proprio e ad aprire dunque realtà autonome, circoscritte, piuttosto che lanciarsi nel grande mondo spesso dispersivo delle grandi aziende.

L’inadeguata risposta alla domanda di lavoro

Ci sono poi altri candidati che faticano a cercare lavoro perché non conoscono le giuste vie per trovarlo, non hanno nemmeno spesso un adeguato supporto di orientamento. Può capitare che idealmente ci sia, in un dato luogo, in un dato momento, un incontro tra domanda ed offerta perfetti, ma che poi nel pratico fatica a realizzarsi per difficoltà nell’essere a conoscenza. Per poter cercare lavoro in modo efficace ci sono diverse possibili soluzioni, ne andremo ora a presentare alcune.

Alcune soluzioni

Considerando la grande vastità di informazione che oggi è possibile trovare online si può iniziare visitando il web, digitando sui motori di ricerca le parole “annunci di lavoro” o simili. Sono presenti tanti siti e società che si occupano di selezione del personale, dunque sarà sufficiente inserire i propri dati all’interno di queste sezioni per rimanere in contatti con differenti realtà. Se il desiderio è quello di trovare lavoro nella pubblica amministrazione allora la strategia sarà quella di tenere monitorati i siti che trattano nello specifico di concorsi, ne esistono di diverse tipologie, anche per chi è in possesso solo del diploma o solo della licenza media. Inoltre, in ogni città o provincia ci sono dei centri dell’impiego appositamente dedicati al campo della domanda e dell’offerta del lavoro, è sempre consigliabile presentarsi di persona per poter raccogliere al meglio le informazioni delle quali si ha bisogno. C’è poi la possibilità di svolgere tirocini, può essere un modo per entrare nel mondo lavorativo facendosi inizialmente conoscere, questa modalità è soprattutto consigliata ai neolaureati ed ai neodiplomati. Un punto di riferimento è l’ufficio stage dell’università dove si sono svolti gli studi, esso si occupa di creare contatti con aziende e studenti. Per chi ama viaggiare ci sono inoltre molte opportunità di lavorare in Europa, ad esempio la Svizzera è molto quotata.

L’importanza di non farsi trovare impreparati

E’ necessario comunque prima di ogni altra azione preparare un ottimo curriculum vitae. Esso è un documento di presentazione ufficiale del candidato, si divide in alcuni punti fondamentali: l’esperienza lavorativa generale, la formazione personale, le varie capacità e conoscenze. A partire dal curriculum una persona può avere la possibilità di ottenere o meno un colloquio lavorativo. È utile e consigliabile personalizzare il curriculum vitae personale, ciò aiuta a differenziarsi da altri figure candidate, bisogna comunque saperlo fare con un giusto equilibrio. C’è poi la lettera di presentazione che solitamente accompagna il curriculum, qui il candidato specifica alcune informazioni per offrire un’idea più eterogenea e dettagliata di sé stesso. Importante: anche la scelta della fotografia personale da inserire nel curriculum ha un valore significativo, dunque selezionarla con cura, è la prima parte che il datore di lavoro nota del documento. Chiamare per assicurarsi che il curriculum sia arrivato direttamente in azienda o comunque nella sede, è un’altra modalità che permette di avvicinarsi alla conoscenza con la realtà interessata stessa, inoltre dimostra accresce la vostra serietà. Altra possibilità è quella di richiedere una mail di conferma, anche se la telefonata rimane sempre e comunque più efficace. Oggi la creatività è un fattore che acquista molto valore, dunque la parte degli hobby, verso la fine del curriculum, può essere arricchita con le passioni che appartengono al candidato, è fondamentale offrire uno spazio dedicato alla propria personalità. Una volta ottenuto il colloquio di lavoro è importante gestirlo nel migliore dei modi; in questo momento il datore di lavoro deve capire se la persona che ha davanti è quella adatta alle sue richieste, invece il candidato è bene che ponga domande, con discrezione, offra le sue opinioni, deve far esaltare al meglio le proprie capacità. Non bisogna dimenticare che, nel momento del colloquio, è anche il candidato a valutare se la realtà lavorativa può essere a lui adatta o meno. In generale è opportuno presentarsi in sede avendo già raccolto le informazioni almeno più importanti relative all’operato dell’azienda, alla sua storia, alla sua etica etc., potrebbero essere poste domande al riguardo, dunque è sempre preferibile non farsi cogliere impreparati. Il fine di tutto è di far nascere una vicendevole necessità nell’avviare una collaborazione lavorativa.

Formarsi per trovare lavoro

Infine, un punto sul quale sarebbe importante focalizzare maggiormente l’attenzione è il sistema di formazione, il quale dovrebbe creare percorsi specifici di studi, di sviluppo di una decisa politica di orientamento, per poter aiutare realmente quello che viene definito come: incontro tra domanda e offerta lavorativa. Il centro Master Alta Formazione offre un corso proprio diretto ad imparare a trovare lavoro, con un prezzo contenuto ci si potrà addentrare nel vasto e spesso nebuloso mondo della ricerca lavorativa, rafforzando la propria motivazione ed accrescendo la propria sicurezza.

Di seguito il link con tutte le dettagliate informazioni: https://www.master-formazione.it/corsi/corso-per-imparare-a-trovare-lavoro/.

Ti potrebbe interessare anche

Sorry, we couldn't find any posts. Please try a different search.

Accedi al tuo
account

Accedi al tuo
account

GDPR Cookie Consent with Real Cookie Banner